Per tutti i prodotti della linea ZeoBeauty, il sistema preservante adottato è privo di parabeni.
I parabeni fanno parte di un vasto gruppo di sostanze chimiche denominate xenoestrogeni o “distruttori ormonali”,sostanze estranee all’organismo capaci di imitare gli estrogeni, che sono sospetti avere potenti stimolanti della crescita e della trasformazione maligna delle cellule mammarie. Come altri xenoestrogeni, i parabeni una volta nei tessuti umani possono rimanervi per decenni, agire indisturbati e provocare malattie a distanza di 20-30 anni.

Alcuni studiosi sono convinti che l’enorme presenza di xenoestrogeni nell’ambiente e nella catena alimentare sia una delle cause del tumore alla mammella (aumentato negli ultimi decenni), delle cisti ovariche, dell’endometriosi, dell’infertilità delle coppie (1 coppia su 5 ha problemi di fertilità e nel 50% dei casi l’origine è maschile) e del cancro ai testicoli (aumentato del 3% negli ultimi anni). I pesticidi presenti nell’alimentazione sono anch’essi dei “disruttori
ormonali”.

Per tutti i prodotti della linea ZeoBeauty, il sistema preservante adottato è privo di cessori di formaldeide. La formaldeide era classificata fino al giugno 2004 come “probabile cancerogeno per l’uomo” ma le informazioni provenienti dai nuovi studi disponibili hanno rafforzato le prove a favore della sua cancerogenicità. Le sostanze note come “cessori di formaldeide” sono comunemente utilizzati in cosmetica come preservanti antimicrobici: ciò significa che, durante la vita del prodotto, esse cedono formaldeide inibendo la crescita batterica all’interno del prodotto. Sebbene le concentrazioni in gioco di formaldeide siano sensibilmente più basse di quelle usate anni fa un rischio per la salute umana può esistere ancora, soprattutto nell’uso prolungato.

Per tutti i prodotti della linea ZeoBeauty, il sistema preservante adottato è privo di Kathon (metilisotiazolinone). È un conservante e battericida di sintesi ad ampio spettro, attivo anche a bassi dosaggi, è considerato un forte sensibilizzante. Dal punto di vista tossicologico il prodotto è classificato come un irritante primario e sono possibili reazioni di sensibilizzazione su soggetti particolarmente reattivi. La tossicità acuta per l’utilizzo dermico del prodotto è stata stimata superiore a 5000mg per kg di peso corporeo.

Uno studio pubblicato nel 2002 ha ipotizzato che il metilisotiazolinone può essere associato a gravi danni a livello delle cellule nervose e rappresentare quindi un fattore di rischio per il corretto sviluppo fetale se entra contatto con donne in gravidanza. Lo studio condotto ha valutato in laboratorio gli effetti del metilisotiazolinone su cellule nervose di ratto: dopo 18 ore è stato osservata una riduzione di circa la metà della crescita degli assoni ovvero dei prolungamenti delle cellule nervose responsabile della trasmissione delle informazioni tra le cellule.

Oltre a questi dati, un’altro studio condotto presso l’Università di Siena ha valutato la risposta tossicologica di colture cellulari ad alcuni ingredienti cosmetici. Per quanto riguarda il Kathon si è visto che è in grado dideterminare morte cellulare. In conseguenza a questi ed altri risultati i ricercatori che hanno condotto gli studi hanno raccomandato il divieto assoluto per le donne in gravidanza di lavorare in industrie che utilizzano il metilisotiazolinone per le loro produzioni in quanto è probabile che possa indurre l’insorgenza di anomalie a livello del sistema neuronale del feto. Non è ammesso in campo farmaceutico.

Per tutti i prodotti ZeoBeauty, il sistema preservante adottato è privo di Triclosan. E’ stato registrato come pesticida, assegnandogli un alto indice di rischio per la salute umana e l’ambiente. La sua struttura molecolare e la formula chimica sono simili a quelle di una delle sostanze più tossiche esistenti: la diossina. Il processo di fabbricazione del triclosan può produrre diossina, la quale ha un enorme grado di tossicità, parti per trilioni (mille miliardi): una goccia diluita in 300 piscine olimpioniche!! Il triclosan appartiene ad una classe di sostanze chimiche sospettate di provocare il cancro. Esternamente può provocare irritazioni alla pelle. Internamente, può portare a sudori freddi, collasso circolatorio, convulsioni, coma e morte. Se accumulato nei grassi corporei fino a livelli tossici, danneggia il fegato e i polmoni, può causare paralisi, sterilità, soppressione delle funzioni immunitarie, emorragie al cervello, diminuzione della fertilità e funzioni sessuali, problemi cardiaci e coma. Usare il triclosan giornalmente dai prodotti per la casa fino a saponette per bambini e dentifrici, può essere quanto meno imprudente.

No conservanti allergizzanti

I prodotti ZeoLabs sono privi di conservanti allergizzanti

Solo conservanti naturali

I prodotti ZeoLabs contengono solo conservanti naturali

Profumi naturali

I prodotti ZeoLabs contengono solo profumi naturali

Nickel tested

La gamma di prodotti ZeoLabs è testata per il nickel